Cuffie a conduzione ossea, pro e contro

Cosa sono le cuffie a conduzione ossea? Le cuffie a conduzione ossea non si indossano come le altre sopra o dentro le orecchie come nel caso degli auricolari, ma leggermente scostate in avanti, in quanto bypassano del tutto il timpano e trasmettono il suono direttamente all’orecchio mediante vibrazioni ricevute dalle ossa del viso, come la mandibola. Queste vibrazioni si tramutano, poi, in stimoli elettrici che raggiungono il cervello dal canale uditivo. Quali sono i vantaggi di questo tipo di cuffie? Ad esempio, sono adatte a sportivi che non vogliono rinunciare all’ascolto della musica mentre si allenano, senza doversi isolare da ciò che li circonda, che potrebbe essere funzionale all’esercizio fisico.  

Infatti, queste cuffie consentono, in simultanea, di sentire distintamente sia la musica in maniera distinta che i rumori esterni. Inoltre le cuffie ossee possono essere utilizzate anche da chi ha problemi di udito, in quanto trasmettono le vibrazioni sonore alle ossa invece che al padiglione auricolare, preservando da possibili danni uditivi il timpano e le altre parti interne dell’orecchio. Per quanto riguarda il prezzo le cuffie a conduzione ossea oscillano, in media, fra i 50 e i 150 euro. Ne esistono alcuni tipi in titanio, cuffie robuste e idrorepellenti, mentre fra le migliori cuffie a conduzione ossea si annoverano le Global Crown, dotate di Bluetooth per una connessione più ‘sveglia’. Ottime anche per i jogger che vogliono sentire il rumore del traffico mentre corrono.

In pratica, i modelli a conduzione ossea, pur non eccellendo in resa sonora se raffrontate alle altre cuffie, offrono il vantaggio di far rimanere l’utilizzatore sempre vigile a sé stesso e a ciò che lo circonda, pur ascoltando musica in quanto lasciano le orecchie ‘stappate’.  Indossando le cuffie a conduzione ossea mentre si fa footing per strada, ad esempio, ci si può fermare a salutare un conoscente, senza doverle togliere, potendo conversare liberamente, in quanto si è in grado di udire ciò che avviene all’esterno, non essendo cuffie isolanti. Possono essere utili anche nell’attenzionare il traffico mentre si attraversa la strada, dal momento che i rumori che si continuano ad avvertire possono essere un utile campanello d’allarme che ci avvisa di potenziali pericoli imminenti.